fbpx

Dieta anti-età a tavola con buon cibo

Dieta “anti-età” con buon cibo per fermare i segni del tempo è un sogno un po’ di tutti, da alcuni più confessato e perseguito da altri meno. Cercare di farlo attraverso la sana e corretta alimentazione non è un’illusione.

Dieta anti-età a tavola con buon cibo, ricerca

Secondo una ricerca condotta dall’Erasmus Medical Centre di Rotterdam e pubblicata nel 2018 sul Journal of the American Academy of Dermatology, che ha indagato le abitudini alimentari di 2.700 uomini e donne over 50 confrontandole con una scansione facciale 3D per misurare il numero di rughe, le persone che consumano con regolarità frutta, verdure e pesce, alimenti ricchi di vitamine, sali minerali, flavonoidi e acidi grassi essenziali che proteggono dall’invecchiamento con azione anti-ossidante e stimolano la produzione di collagene, hanno meno segni del tempo dopo i 50 anni, mentre coloro che mangiano grandi quantità di carne rossa, grassi saturi, pane e dolci e soprattutto bevono alcolici ne hanno di più.

Cosa mangiare

La cosiddetta Dieta Anti Age (o Anti Aging) non è un regime alimentare miracoloso ma una scelta alimentare consapevole ed equilibrata che deve iniziare sin dalla primissima infanzia, non eccessiva, a bassa densità calorica (che serve anche al controllo del peso), suddivisa in più pasti, ricca di acqua, frutta e verdura di stagione e a kilometro zero, legumi, cereali integrali e pseudo-cereali (da preferire agli zuccheri raffinati), prodotti della pesca, latte, latticini, uova, usando come condimento olio extra-vergine di oliva (a crudo), limitando il consumo di carne (con preferenza per le carni magre come petto di pollo o tacchino, tagli magri di manzo e maiale) e di sale (sostituendolo con spezie come curcuma, paprika, aglio, a proprietà antinfiammatorie e antiossidanti) ed evitando carni lavorate, insaccati, grassi animali, prodotti industriali e conservati; sì, per gli adulti, a un consumo moderato di vino rosso (un bicchiere al giorno per le donne, due bicchieri per gli uomini). Ovviamente, il tutto associato ad uno stile di vita sano, attivo e a contatto con la natura e a una buona integrazione con l’ambiente sociale di relazione.

Carlo Alfaro

Carlo Alfaro

Nato a Sant’Agnello il 30/11/1963, vive a Sorrento, con l’anziana madre e i suoi gatti. Medico pediatra, attualmente ricopre l’incarico di Dirigente Medico di Pediatria presso gli Ospedali Riuniti Stabiesi, è inoltre Consigliere Nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (SIMA) e redattore della Rivista ufficiale della Società, RIMA. Appassionato di divulgazione scientifica, dal 2015 è giornalista pubblicista. Ama i bambini, il teatro, il cinema, la musica, i libri e la Natura. Adora recitare e scrivere testi, organizzare eventi culturali e stare sui social.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x