fbpx

Vesuvio dove crescono i kaki con le punte

Vesuvio dove crescono i kaki con le punte, è una area a forte vocazione agricola.

 Frutto che viene dall’Oriente

I kaki con la punta o le ‘zizze’. Una varietà importata dal Giappone nelle città alle falde del Vesuvio. Il frutto ha la buccia di color arancio e termina con una punta. Al gusto è poco dolce, ma buono. Il Vesuvio con i terreni agricoli ha accolto da alcuni anni questa varietà di Kaki. L’ha accolta e la pianta si è ambientata bene.

 

Storia

Il legame tra Napoli e i kaki, piante di origine orientale, nasce nell’800. I semi importati da Cina e Giappone sono stati piantati all’epoca ed hanno dato buoni risultati nelle province di Napoli e Salerno. La pianta è un dono della natura perché a partire dal frutto con le foglie ed il legno è tutto utilizzabile dall’uomo. In Cina, le donne sino al 1939 dovevano indossare delle scarpe ‘ a fiore di loto’ si chiamavano così perché i piedi di queste donne erano fasciati per assumere un aspetto rotondo e quindi indurle a camminare oscillando il corpo. Una tradizione ‘barbara’ che è stata abolita. Le piante di loto sono molto amate in Cina ed Oriente. Amano il clima mite. In Campania hanno trovato il clima adatto alla loro crescita. La Campania è una delle regioni che ha le maggiori produzioni.

 

Kaki, varietà

 

Negli anni,  sono state prodotte varietà autoctone di Kaki. Il patrimonio genetico di molte varietà è andato disperso.

La Campania ha una varietà caratteristica e molto buona: Napoletano alla Vaniglia. Un frutto dolce  e succoso, un frutto che può essere mangiato come frutta, come spuntino o anche utilizzato per preparare dolci.

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono, napoletana, giornalista, comunicatrice e sommelier dell’olio extravergine d’oliva ha ideato prima napolipost.com e poi il grandfood.it. Due esperienze editoriali che propongono una lettura nuova, positiva, emozionale e coraggiosa delle eccellenze d’Italia. Dall’arte al cibo, dal cibo all’arte, i percorsi giornalistici indagano l’arte ed il cibo, raccontandoli in modalità nuova, in chiave originale, in versione fantasiosa. Articoli che hanno anticipato ed anticipano la conoscenza di luoghi, prodotti, persone, oggetti utilizzando di volta in volta tutti i sensi. Il grandfood.it nasce dopo i libri Il Grand Food Campania ed Il Grand Food Lazio, due libri per circa 100 racconti di cibi ‘gustati’ attraverso i monumenti e l’arte osservata cucinando buon cibo. Il Grand Food, in versione web e sociale è una nuova sfida tutta da fare con e per i lettori!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
piera tosini
piera tosini
2 mesi fa

molto interessante!

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x