fbpx

Procida, i tesori del mare, seppie e polpi

 

Procida, i tesori del mare

Procida i tesori del mareProcida una delle isole del Golfo di Napoli neo candidata a capitale della cultura 2022 incanta anche d’Autunno ed in pandemia. E lo fa attraverso il suo mare che è generoso con i pescatori.  Seppie e polpi sono tra i tesori che il mare di Procida regala a chi pesca, vende e fa mangiare al consumatore. In una stagione complessa per il Covid 19- in piena zona rossa ed a ridosso di giornate climaticamente ‘brutte’ i pescatori instancabili hanno pescato.

Procida, i tesori del mare, i polpi

E così sui banconi dei pescivendoli appaiono in tutta la loro bellezza seppie e polpi. Quest’ultimi veraci perché hanno una doppia fila di ventose su ognuno degli otto tentacoli. In questo periodo  si pescano i polpi di piccola taglia molto buoni per essere cucinati con il sugo di pomodori.

Belle e buone anche le seppie. Anche questi molluschi che vivono sui bassi fondali e che amano mimetizzarsi. Spesso però non riescono nel loro intento e sono pescate per finire in tavola. Il mare del Golfo di Napoli è ancora ricco di queste specie marine che rappresentano un fiore all’occhiello della fauna mediterranea soprattutto per il loro utilizzo in cucina.

Proponiamo una antica ricetta di Ippolito Cavalcanti (Cucina Teorico Pratica 1852)

Seppie alla cittadina

Prendi rotolo quattro di seppie, non più di quattro a rotolo, ne toglierai quell’osso spugnoso, il fiele, che è nero, gli occhi e la bocca, le laverai immense volte, le taglierai a filetti, e le asciugherai; dipoi triturerai due cipolle, ed un grano di pretrosemolo finissismo farai soffriggere e con once tre di ognio, ci porrai le seppie, con del sale e pepe, ed un bicchiere di vino bianco, che farai prima bollentissimo, anzi alquanto restringere e poscia ce lo verserai, e così farai cuocere le seppie, se potrai avere un poco di sugo di pomidoro, sarà ottimo di mischiarcelo ancora pria di terminar la loro cottura; e così servirai con guarnizione di crostini fritti.

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono, napoletana, giornalista, comunicatrice e sommelier dell’olio extravergine d’oliva ha ideato prima napolipost.com e poi il grandfood.it. Due esperienze editoriali che propongono una lettura nuova, positiva, emozionale e coraggiosa delle eccellenze d’Italia. Dall’arte al cibo, dal cibo all’arte, i percorsi giornalistici indagano l’arte ed il cibo, raccontandoli in modalità nuova, in chiave originale, in versione fantasiosa. Articoli che hanno anticipato ed anticipano la conoscenza di luoghi, prodotti, persone, oggetti utilizzando di volta in volta tutti i sensi. Il grandfood.it nasce dopo i libri Il Grand Food Campania ed Il Grand Food Lazio, due libri per circa 100 racconti di cibi ‘gustati’ attraverso i monumenti e l’arte osservata cucinando buon cibo. Il Grand Food, in versione web e sociale è una nuova sfida tutta da fare con e per i lettori!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x