fbpx

Natale, vino in tavola

In questi giorni pre natalizi, le strade, i negozi e le case di ogni quartiere e città sono caratterizzate da tanti colori e luci ma sicuramente i colori che ricordano sempre più il Natale sono il bianco della neve e il rosso del vestito di Babbo Natale.

Ma anche a tavola vale questa regola cromatica?? Ebbene si, durante la notte più attesa dell’anno non può mancare sulle nostre tavole una calda bottiglia di vino rosso e una entusiasmante bottiglia di vino bianco.

Le tradizioni culinarie per la Vigilia di Natale variano dal nord al sud del bel paese. Ma se volessimo trovare un vino rosso adatto a tutti, allora vi consigliamo di provare una bottiglia di Teroldego, un vitigno tipico del nord Italia con un tannino molto morbido adatto alla maggior parte dei pasti a base di sugo e carne. Il Teroldego è per lo più coltivato in Trentino, in particolare nella zona della piana del Rotaliana, piccola zona di pianura circondata dalle dolomiti. Qui le pareti rocciose proteggono il vitigno da venti freddi e lo riscaldano rilasciando il calore accumulato durante il giorno.

Per chi invece mangerà baccalà e crudo di mare non può lasciarsi sfuggire l’opportunità di bere un buon bianco del Sud Italia, come ad esempio un Bombino bianco dell’azienda Cantine Merinum, caratterizzato da note floreali e fruttate non eccessivamente invadenti al naso e accompagnato da una buona mineralità dovuta al suolo da cui questo vino prende vita.

Con questi due vini sarete sicuri di celebrare al meglio il Natale con la vostra famiglia mettendo d’accordo tutti i palati e le bocche più sofisticate.

Roberto Salvatore Di Fede

Roberto Salvatore Di Fede è un giovane enologo laureatosi in Viticoltura ed Enologia presso il dipartimento di agraria della Federico II. La sua formazione va oltre i confini italiani, ha frequentato anche rinomate scuole enologiche come quella di Bordeaux (Francia), La Rioja e Cádiz (Spagna). Durante l’ultima vendemmia del 2019 ha collaborato con Chateau de Beauregard, una interessanta realtà tra le colline della Borgogna. Ad oggi, per lui, il vino è una passione che si trasforma in lavoro!

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x