fbpx

Cucina, 10 consigli per risparmiare energia

 

Cucina, 10 consigli per risparmiare energia

La cucina è un luogo in cui si trascorre sempre più tempo. Luogo dove molta energia elettrica è in funzione per consentirci di cucinare, lavare e conservare il cibo. Ecco 10 consigli.

 

Per questo Selectra, il servizio gratuito che confronta e attiva le offerte di luce, gas e internet, condivide 10 consigli per imparare a gestire fornelli, frigo e forno, riducendo gli sprechi e l’impatto ambientale, e risparmiando in bolletta.

Elettrodomestici

1 – Lavastoviglie solo a pieno carico – Nel fare le pulizie, si consiglia di utilizzare la lavastoviglie solo quando è piena. Utilizzare cicli brevi o la modalità “eco” ed evitare l’asciugatura.

 

2 – Attenzione allo stand-by in cucina. E’ bene limitare questi sprechi scollegando bollitore elettrico, tostapane, piastra, microonde, televisore quando non vengono utilizzati. Basterà collegarli ad una presa multipla dotata di interruttore che, una volta spenta, tolga del tutto l’alimentazione ai dispositivi.

 

3 – Scegliere i materiali più adatti per la cottura – Piatti ottimi e senza sprechi di energia? La sostenibilità passa anche dai materiali utilizzati per cucinare: ad esempio, ceramica o vetro sono perfetti perché non necessitano di temperature molto elevate.

4 – Cucina illuminata a led – Per evitare sprechi e ridurre il costo della bolletta della luce è buona regola accendere le lampadine solo quando necessario, sfruttando il più possibile la luce naturale. Per quanto riguarda le luci, l’utilizzo di quelle a LED consente di ridurre ulteriormente gli sprechi: consumano circa il 90% in meno di quelle alogene e circa il 66% in meno rispetto a quelle fluorescenti. In cucina in particolare è bene verificare il tipo di luci presenti al di sopra dei fornelli o del piano cottura.

5 – Ottimizzare l’uso del forno – Il forno è uno degli elettrodomestici più costosi dal punto di vista energetico: circa 2 kWh l’ora di cottura.  E’ consigliabile ottimizzare l’utilizzo del forno cuocendo più pietanze contemporaneamente. Inoltre, non sempre è necessario preriscaldarlo prima di iniziare la cottura,  in realtà i forni moderni sono in grado di raggiungere la temperatura desiderata in tempi brevi. Tra l’altro, i forni mantengono la temperatura anche nei 20 minuti successivi allo spegnimento.

 

6 – Abbassare i termosifoni – In cucina soprattutto in inverno si possono spegnere o regolare i termosifoni impostando una temperatura più bassa.

 

7 – Scegliere i fornelli giusti – Per una maggiore efficienza energetica, al giorno d’oggi quello ad induzione è il piano più efficiente con meno dispersioni.

8 – Usare il frigo con attenzione – Il frigorifero e il congelatore sono elettrodomestici sempre in funzione ma dovrebbero essere aperti solo quando è strettamente necessario.

 

9 – Scegliere elettrodomestici di nuova generazione  e con classe energetica elevata, poiché significa che hanno un’efficienza energetica maggiore. Tra l’altro, dal 1 marzo entreranno in scena le nuove etichette energetiche: non saranno più presenti le classi “supplementari” ma le sole etichette ammesse sul mercato saranno quelle da G ad A.

 

10 – Non dimenticare la manutenzione – Un elettrodomestico mal funzionante consuma di più e può arrivare perfino ad essere pericoloso: è quindi importante effettuare una manutenzione annua degli elettrodomestici.

Avatar

redazionale

Direttore del GrandFoood e di Napolipost

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x