fbpx

Langhe, nelle terre del Barolo

Langhe Langhe  nelle terre del Barolo a Sud del Piemonte. Questi luoghi propongono itinerari di visita che sposano vino e territorio. Il Barolo, che nasce dai vitigni Nebbiolo,  in queste terre ha la patria. I vitigni ne identificano il volto tanto da farlo diventare un paesaggio che l’Unesco ha deciso di tutelare come Patrimonio dell’Umanità.

Le Langhe terra di bellezza e di buon vino offrono itinerari di visita interessanti. Il sapore del vino e la vista del paesaggio sono parte dei nostri sensi, che in terra di Langhe vale la pena attivare. Olfatto e vista che sicuramente appagheranno anche gli altri sensi.

Langhe, il binomio vino e paesaggio

Molteplici gli itinerari che si ispirano al vino ed a queste terre di Nebbiolo.  Dal comune di Barolo ce ne sono alcuni che vale la pena percorrere. Gli Itinerari Barolo , ad esempio, propongono di vistare luoghi e comuni dove si produce il Barolo. Il vino non è l’unico buon prodotto da assaggiare. Le Langhe, infatti, sono territori dove molteplici sono i prodotti tipici e straordinari. Tra questi il Tartufo,  le Nocciole.

Da visitare Barolo ma anche Comune di Barolo, Castiglione Falletto,  Grinzane Cavour, Monchiero, Monforte d’Alba, Novello,  Roddi,  Roddino, Sinio, Verduno. Sono comuni che offrono ospitalità, buon cibo, luoghi da visitare.

Come scrive il sito dell’Unione di Comuni di Langhe e Barolo ci sono anche i castelli da visitare: “I castelli delle Langhe dei grandi vini hanno i profili di imponenti fortezze medioevali. Preziosi tesori sparsi sul territorio, a volte consumati dall’edera e dal tempo, a volte fulgidi come se i secoli non fossero trascorsi, ci raccontano la storia di famiglie nobili, di violenti contrasti tra feudatari e vassalli. Imponenti torrioni in cotto, fortezze in arenaria e palazzi nobiliari, costituiscono un patrimonio unico: alcuni sono aperti al pubblico e dunque visitabili, molti sono di proprietà privata e ammirabili soltanto nel perimetro esterno”.

 

foto dal sito dell’Unione Comuni di Langhe e Barolo

 

 

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono, napoletana, giornalista, comunicatrice e sommelier dell’olio extravergine d’oliva ha ideato prima napolipost.com e poi il grandfood.it. Due esperienze editoriali che propongono una lettura nuova, positiva, emozionale e coraggiosa delle eccellenze d’Italia. Dall’arte al cibo, dal cibo all’arte, i percorsi giornalistici indagano l’arte ed il cibo, raccontandoli in modalità nuova, in chiave originale, in versione fantasiosa. Articoli che hanno anticipato ed anticipano la conoscenza di luoghi, prodotti, persone, oggetti utilizzando di volta in volta tutti i sensi. Il grandfood.it nasce dopo i libri Il Grand Food Campania ed Il Grand Food Lazio, due libri per circa 100 racconti di cibi ‘gustati’ attraverso i monumenti e l’arte osservata cucinando buon cibo. Il Grand Food, in versione web e sociale è una nuova sfida tutta da fare con e per i lettori!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x