fbpx

RIBERA, nella città delle arance bionde e con l’ombelico

Ribera
Ribera foto dal sito dal Comune di Ribera

MARE E FIUMI

Da un lato il Mar Mediterraneo, dall’altro tre fiumi che l’attraversano, il Verdura, il Magazzolo e il atani. Questa posizione la rendono la regina delle arance. E’ Ribera, cittadina in provincia di Agrigento che ha destinato da secoli gran parte del suo territorio fertile alla coltivazione delle piante di arancio.

La Dop arriva soltanto nel 2011, ma la bionda di Sicilia piace ai mercati italiani e stranieri da sempre. Da quando le prime coltivazioni  di arance agli inizi dell’800 sono entrati a far parte del paesaggio di Ribera.

CITTA’ DI PRODUZIONE

In 14 città dell’area di Agrigento Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Chiusa Sclafani, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Ribera, Sciacca, Siculiana e Villafranca Sicula, dalla prima decade di novembre con la varietà Navelina e da dicembre fino a fine maggio, con la varietà Brasiliano e Washington Navel, si producono le arance Dop. Il termine Navel significa ombelico e fa riferimento al caratteristico buco che la buccia ha nella parte sottostante il frutto.

CITTA’ DI RIBERA

Fu il Principe di Paternò Don Luigi Moncada che contribuì allo sviluppi di questi territori. Forse in omaggio alla bellissima moglie del Principe, Maria Afan de Ribera, figlia del Duca di Alcalà, la cittadina che sorse intorno al 1630 fu chiamata Ribera.

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono, napoletana, giornalista, comunicatrice e sommelier dell’olio extravergine d’oliva ha ideato prima napolipost.com e poi il grandfood.it. Due esperienze editoriali che propongono una lettura nuova, positiva, emozionale e coraggiosa delle eccellenze d’Italia. Dall’arte al cibo, dal cibo all’arte, i percorsi giornalistici indagano l’arte ed il cibo, raccontandoli in modalità nuova, in chiave originale, in versione fantasiosa. Articoli che hanno anticipato ed anticipano la conoscenza di luoghi, prodotti, persone, oggetti utilizzando di volta in volta tutti i sensi. Il grandfood.it nasce dopo i libri Il Grand Food Campania ed Il Grand Food Lazio, due libri per circa 100 racconti di cibi ‘gustati’ attraverso i monumenti e l’arte osservata cucinando buon cibo. Il Grand Food, in versione web e sociale è una nuova sfida tutta da fare con e per i lettori!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x