fbpx

Polacca dal dolce al rustico, viaggio nel gusto

Polacca dal dolce al rustico, viaggio nel gusto. A compierlo Biagio Martinelli che da maestro pasticciere ama profondamente non soltanto i dolci ma anche il salato. La dimostrazione di questa passione è l’aver trasformato lo storico dolce di Aversa la ‘Polacca’ in una Brioche rustica.

Una proposta per un aperitivo, una apericena ma anche un pranzo veloce. La sottile pasta brioche da dolce diventa contenitore per una crema pasticciera salata, per cubetti di maialino nero e per cubetti di provolone del monaco. Una soluzione contemporanea che non intende sostituire la secolare aversana.  E’ una nuova interessante soluzione che Biagio Martinelli propone. ‘La pasticceria salata è stata inizialmente una scommessa – dichiara – perché la clientela era molto legata alle tradizioni. Ma piano piano ho fatto comprendere che il gusto può appassionarsi anche al dolce salato. Dai cornetti salati sono passato ad altre idee come questa della  Rustica. Ovviamente non abbandono le tradizioni. Nel percorso c’è stata anche la mia grande scoperta della Polacca alla Mela Annurca”.

Ed allora, il viaggio nella pasticceria salata può compiersi a partire dall’assaggio delle diverse Polacche: Rustica, Mela Annurca  e per concludere  la tradizionale Polacca aversana. Il percorso può essere impreziosito dal bere anche un buon vino bianco (ovviamente per la proposta rustica) vino, che non può non essere l’Asprino. Una  buona scelta è quella della cantina di zona ‘I Santi’.

La suora del Convento delle Cappuccinelle di Aversa, che avrebbe suggerito la ricetta originaria, oltre un secolo fa, ad alcuni pasticceri aversani,  sarebbe sicuramente contenta. Contenta che da allora nuove versioni di questo dolce sono state realizzate.

Diverse, infatti, sono le storie sulla nascita di questo dolce. C’è chi ritiene sia stato suggerito da una religiosa. Chi invece che i pasticcieri della zona avrebbero voluto emulare un dolce pugliese.  In ogni caso, da molti decenni chi visita la cittadina, tra le più popolose della provincia di Caserta, non può far a meno di assaggiarla!

 

Elisabetta Donadono

Elisabetta Donadono, napoletana, giornalista, comunicatrice e sommelier dell’olio extravergine d’oliva ha ideato prima napolipost.com e poi il grandfood.it. Due esperienze editoriali che propongono una lettura nuova, positiva, emozionale e coraggiosa delle eccellenze d’Italia. Dall’arte al cibo, dal cibo all’arte, i percorsi giornalistici indagano l’arte ed il cibo, raccontandoli in modalità nuova, in chiave originale, in versione fantasiosa. Articoli che hanno anticipato ed anticipano la conoscenza di luoghi, prodotti, persone, oggetti utilizzando di volta in volta tutti i sensi. Il grandfood.it nasce dopo i libri Il Grand Food Campania ed Il Grand Food Lazio, due libri per circa 100 racconti di cibi ‘gustati’ attraverso i monumenti e l’arte osservata cucinando buon cibo. Il Grand Food, in versione web e sociale è una nuova sfida tutta da fare con e per i lettori!

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x