fbpx

Arance dei Borbone, una raccolta contro la violenza

Arance dei Borbone, una raccolta contro la violenza. Nel frutteto della Reggia di Caserta sono state raccolte arance per promuovere un progetto contro la violenza.
La Reggia di Caserta e la cooperativa sociale E.V.A. hanno sottoscritto un protocollo di intesa per sperimentare la raccolta di agrumi.

Arance dei Borbone, una raccolta nella Flora e Giardino Inglese

L’Istituto museale e la cooperativa hanno quindi condiviso un progetto sperimentale di raccolta di agrumi prodotti da circa 300 alberi del Parco Reale. I frutti ad oggi erano destinati alla macerazione naturale o allo smaltimento oneroso. Le arance, raccolte nella giornata di oggi nella Flora, nel Parco Reale e nel Giardino Inglese, verranno utilizzate per produrre confetture ad opera delle donne attive nel laboratorio.

I prodotti realizzati saranno oggetto di un co-branding Reggia di Caserta e coop. Eva anche ai fini della loro commercializzazione.

Arance dei Borbone, Maffei: un progetto di solidarietà

“Il museo, oltre a quello culturale, ha un enorme potenziale sociale, educativo ed economico – afferma la direttrice della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – Questo progetto ci consente di farlo contribuendo alla tutela di persone vittime di violenza che stanno ricostruendo la propria vita, abbattendo lo spreco dei frutti del Parco Reale, lasciati finora a marcire sui prati, e realizzando prodotti artigianali”

“Il protocollo d’intesa con la Reggia di Caserta, punto di partenza di una collaborazione che si annuncia particolarmente feconda, rappresenta per noi il riconoscimento di un lavoro di rete con il territorio – dice Lella Palladino, socio fondatore della coop. E.V.A.”

 

Tutte le news sulle arance

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x